Dove c’è scritto che se una città non è segnata sulle guide turistiche non deve essere visitata? Ecco Mondovì in tutta la sua bellezza

È situata tra montagna, collina, e pianura: da un lato, infatti, la città guarda la pianura segnata dal fiume Po che conduce a Torino, distante 90 km, dall’altro è posta su un colle che segna il limitare delle Langhe, la terra del tartufo e dei vini. Mondovì è a 63 km da Savona e dalla Riviera ligure: la separano le Alpi Marittime con le importanti stazioni turistiche per gli sport invernali (Lurisia, Frabosa, Artesina, Prato Nevoso, San Giacomo di Roburent).

La città ha la peculiarità di essere distribuita su più livelli: il rione Piazza, posto sulla collina (559 m s.l.m.) denominata del Monte Regale (da cui il nome dei suoi abitanti), è il nucleo originario; i rioni di Breo, Pian della Valle, Carassone, Borgato e Rinchiuso sono collocati in basso, lungo il torrente Ellero (affluente del Tanaro), ed ebbero il loro massimo sviluppo tra Settecento e Ottocento, con la nascita delle attività manifatturiere, delle fabbriche e l’arrivo della ferrovia; infine il rione dell’Altipiano, ultimo ad essere nato, accoglie la zona residenziale e moderna della città. (fonte Wikipedia)

Il video è stato realizzato con un drone 4K del peso di 300 gr per una durata
massima di circa 1 minuto. Il video-racconto vuole valorizzare le regioni e le aree in cui opera Banca IFIS
Impresa, a testimonianza del suo ruolo di banca di prossimità e di supporto alle filiere produttive
dell’economia reale italiana.

#raccontamItalia