3 Settembre 2018

Finanziamento alle imprese: sempre più aziende scelgono leasing e factoring

Con 338,1 miliardi di euro di nuovi flussi di finanziamento nel 2017, il credito specializzato ha realizzato una crescita dell’8,7% rispetto all’anno precedente. Il valore di outstanding ha raggiunto quasi i 480 miliardi di euro, crescendo del 3,0% in confronto al 2016.
Queste le principali evidenze risultanti dal lavoro congiunto tra ASSOFIN, ASSIFACT e ASSILEA (le associazioni del credito al consumo, Factoring e Leasing) con l’obiettivo di analizzare in maniera aggregata il mercato del credito specializzato e ormai forti di una collaborazione decennale.
Dall’analisi di ASSOFIN, ASSIFACT e ASSILEA emerge il ruolo rilevante che il credito specializzato ricopre nell’economia italiana come strumento di finanziamento per famiglie e imprese, grazie anche alla stabilità della domanda in beni di consumo durevoli da parte delle famiglie, ai tassi ancora contenuti e alle condizioni favorevoli nell’accoglimento delle richieste di finanziamento.

Il 2017 è stato un altro anno positivo per Leasing e Factoring.

Se confrontati con i risultati del 2016, nel 2017 il leasing cresce di quasi il 13% in termini di nuovi volumi finanziati mentre il Factoring ha riportato una crescita del turnover del 9,5%. Il Leasing ha inoltre goduto della spinta favorevole degli incentivi statali attivati nel piano Impresa 4.0 come Nuova Sabatini, super e iperammortamento, consentendo alle imprese di effettuare investimenti in macchinari tecnologicamente avanzati.
Nel 2017 l’incidenza di nuovi flussi di finanziamento erogati dal credito specializzato è pari al 19,7% del PIL. Coprendo in questo modo l’8,9% dei finanziamenti destinati agli investimenti delle imprese e l’8,7% dei finanziamenti delle famiglie. Nel 2017 l’outstanding del credito specializzato rappresenta invece quasi il 25,0% dei finanziamenti di banche e intermediari finanziari.

Come si compone la clientela del credito specializzato?

La clientela del credito specializzato è composta principalmente dalle famiglie (71,1%), che con i prestiti al consumo e i mutui immobiliari arrivano ad avere la quota maggiore di outstanding, seguita dalle imprese private (23,1%), le quali riconoscono nel leasing e factoring due strumenti di finanziamento in grado di supportare la loro crescita e la restante parte (5,8%) è formata dalla pubblica amministrazione, altri soggetti e dal settore finanziario.

Fonte: dati Assifact, Assilea, Assofin ed elaborazioni su dati Istat e Banca d’Italia.

 

News in evidenza

17 Luglio 2019

Noleggio e tecnologia: quali opportunità per una PMI?

Perché acquistare un bene quando puoi utilizzarlo per un periodo funzionale alle esigenze della...

27 Giugno 2019

La valutazione del credito come partner delle PMI

Un’impresa che si rivolge ad un istituto per un finanziamento teme sempre il giudizio...

12 Giugno 2019

L’ecosostenibilità e il vantaggio del first mover

Alcune settimane fa un imprenditore italiano dell’Agroalimentare mi ha detto che “nel momento stesso...

12 Giugno 2019

Credito alle Imprese: accordo tra Banca IFIS e BEI, 100 milioni di euro a sostegno della crescita delle PMI

L’intesa prevede contratti di finanziamento a tassi vantaggiosi per tutte le aziende fino a...

7 Giugno 2019

9 Incentivi per la tua PMI: l’ebook di Banca IFIS Impresa

La Legge di Bilancio 2019 aveva già introdotto diverse agevolazioni dedicate alle imprese, successivamente...

14 Maggio 2019

Banca IFIS Impresa: eco friendly grazie al leasing green

Se il futuro chiama Banca IFIS Impresa risponde, ma il domani si costruisce solo...

9 Aprile 2019

Decreto Crescita: novità sugli incentivi alle PMI

Una buona notizia per le micro, piccole e medie imprese arriva dal decreto crescita...

22 Marzo 2019

As Lease Could Be: una finestra sul leasing di domani

L’innovazione parte ora, così potrebbe riassumersi il messaggio di Lease 2019. Banca IFIS Impresa...