7 Giugno 2016

E-commerce: raddoppiano le imprese che vendono on line

Borse, cosmetici, accessori, abbigliamento, articoli per bambini e per la pesca, ma anche auto e moto, casalinghi, vino, scarpe, biciclette, parquet, prodotti elettronici e farmaceutici, libri, occhiali, giocattoli e sistemi di allarme e ai servizi di pompe funebri: ecco che cosa vendono le aziende italiane on line. A rivelarlo è una ricerca realizzata da InfoCamere per Unioncamere sui numeri delle imprese italiane che operano nel settore delle vendite tramite web.

A fine del 2015, infatti, erano iscritte al registro delle imprese della Camera di Commercio ben 15mila aziende specializzate nella vendita on line, quasi 9 mila in più rispetto al 2009, con un tasso di crescita pari al 151,6%, una media del 25,3% in più all’anno.

Se si confrontano i numeri del segmento delle vendite web con quelli dell’intero settore commercio, si può notare che, nello stesso periodo, il commercio al dettaglio, composto da poco più di 870mila aziende, è cresciuto di 7.170 imprese, con una crescita dello 0,83% nell’arco dei sei anni.

Allargando il confronto anche alle aziende che vendono all’ingrosso, per un totale di 1 milione e mezzo di imprese, l’intero comparto del commercio è cresciuto in maniera quasi impercettibile: 1.876 aziende in più dal 2009 al 2015, lo 0,12% in più. In un certo senso, quindi, si può dire che l’intera crescita del numero di operatori nel settore commercio si rispecchia nel saldo di quelli che hanno scelto di operare on line.

In termini assoluti, il maggior numero di nuove imprese specializzate nel commercio virtuale si concentra in Lombardia, dove dal 2009 al 2015 sono nate 1.694 aziende, mentre al secondo posto si classifica la Campania, con 1.069 aziende in più seguita dal Lazio, con 983 nuove aziende.

Se si considerano i valori percentuali, invece, è l’Abruzzo a farla da padrone, con una crescita del 260%, seguito dalla Puglia con un ottimo +218% e dalla Campania con il 202% in più.

L’e-commerce, quindi, si è rivelato un settore importantissimo per l’intero commercio italiano degli ultimi anni, con performance in continua crescita, grazie alle moltissime possibilità offerte dal mercato globale. Le vendite on line, quindi, si sono rivelate una reale via di uscita dal periodo di crisi attuale, caratterizzato anche dalla riduzione dei consumi nel mercato interno. La speranza, ovviamente, è che i numeri continuino a crescere e che, magari, sia proprio il mercato interno a dare ulteriore spinta al settore.

CERCHI FINANZIAMENTI PER LA TUA IMPRESA?

 

News in evidenza

8 Novembre 2018

Banca IFIS: margini e clienti in crescita nei primi 9 mesi del 2018

«In questi nove mesi Banca IFIS ha continuato a crescere e ad assicurare supporto...

23 Ottobre 2018

Rubrica: Il punto di vista della Banca

Banca IFIS Impresa ha pensato di dedicare una piccola raccolta di consigli a tutti...

12 Ottobre 2018

New #TourPMI: «Missione Impresa» 150 giovani agenti speciali al servizio dell’innovazione

Centocinquanta giovani “agenti speciali” pronti ad andare oltre la didattica appresa sui banchi di...

3 Ottobre 2018

#WhatLeasingIS: Banca IFIS Impresa e Jungheinrich Italiana “alleate” a sostegno dell’innovazione delle imprese

Il Leasing può giocare oggi un ruolo determinante nel processo di rinnovamento tecnologico delle...

12 Settembre 2018

Leasing auto: quali sono i vantaggi per imprese e privati?

Vuoi acquistare una nuova vettura per te o la tua attività? Sia che tu...

3 Settembre 2018

Finanziamento alle imprese: sempre più aziende scelgono leasing e factoring

Con 338,1 miliardi di euro di nuovi flussi di finanziamento nel 2017, il credito...

3 Agosto 2018

Banca IFIS, utile a 66,2 milioni di euro nel primo semestre

“Nei primi mesi dell’anno abbiamo lavorato con grande dinamismo in ogni segmento, facendo crescere...

2 Agosto 2018

Banca IFIS Impresa sigla un accordo di collaborazione con Gambini S.p.A. per favorire l’accesso al credito grazie al factoring

Banca IFIS Impresa e Gambini S.p.A., impresa leader nel settore dei macchinari per la...