14 Febbraio 2018

Come depositare la firma digitale: gli step da seguire

Una firma digitale è uno strumento utilizzato per certificare la validità e l’autenticità di un documento informatico trasmesso tramite canali telematici.
La firma digitale ha quindi lo stesso valore di una firma tradizionale, con la sola differenza che ad attestarne la veridicità è un codice PIN e non la grafia.

Dove e come richiedere la propria firma digitale

Le aziende, i cittadini e le Pubbliche Amministrazioni che desiderano ricevere la propria firma digitale, potranno ottenerla presso i Certificatori autorizzati dal Governo, la cui lista è pubblicata sul sito istituzionale Digitpa.gov.
Riconosciuta l’identità del richiedente, il certificatore rilascerà un PIN identificativo e pubblicherà un certificato che permetta a chi ne abbia la necessità di attestare l’identità dell’utilizzatore della firma.
Per entrare in possesso di una firma digitale, è necessario acquistare preventivamente un kit per la generazione della firma contenente:

  • Smart card o token USB
  • Lettore di smart card
  • Software firma digitale

La durata del kit è solitamente molto lunga e anche il certificato rilasciato potrà essere rinnovato alla scadenza.
Al momento della certificazione, inoltre, sarà possibile associare alla firma una marca temporale, vale a dire una specie di etichetta che attesti che al momento della sottoscrizione di un determinato documento, la firma digitale era già stata creata.

In quali casi è possibile utilizzarla?

La firma digitale può essere utilizzata in numerosi casi, sia quando si ha a che fare con la Pubblica Amministrazione, sia tra privati, per la sottoscrizione di contratti, ordini d’acquisto e altro ancora.
La procedura di firma è molto semplice: inserendo la smart card nel lettore, l’applicazione di firma richiederà il codice PIN di sicurezza, permettendo poi di scegliere quale documento di intende firmare tra quelli disponibili e generando infine la firma. (AGENZIA PER L’ITALIA DIGITALE – Firme elettroniche)
La firma digitale è quindi uno strumento utile alle imprese, alle Pubbliche Amministrazioni e ai privati cittadini, parte del processo di digitalizzazione continua che coinvolge ormai la quotidianità di ognuno.

News in evidenza

17 Luglio 2019

Noleggio e tecnologia: quali opportunità per una PMI?

Perché acquistare un bene quando puoi utilizzarlo per un periodo funzionale alle esigenze della...

27 Giugno 2019

La valutazione del credito come partner delle PMI

Un’impresa che si rivolge ad un istituto per un finanziamento teme sempre il giudizio...

12 Giugno 2019

L’ecosostenibilità e il vantaggio del first mover

Alcune settimane fa un imprenditore italiano dell’Agroalimentare mi ha detto che “nel momento stesso...

12 Giugno 2019

Credito alle Imprese: accordo tra Banca IFIS e BEI, 100 milioni di euro a sostegno della crescita delle PMI

L’intesa prevede contratti di finanziamento a tassi vantaggiosi per tutte le aziende fino a...

7 Giugno 2019

9 Incentivi per la tua PMI: l’ebook di Banca IFIS Impresa

La Legge di Bilancio 2019 aveva già introdotto diverse agevolazioni dedicate alle imprese, successivamente...

14 Maggio 2019

Banca IFIS Impresa: eco friendly grazie al leasing green

Se il futuro chiama Banca IFIS Impresa risponde, ma il domani si costruisce solo...

9 Aprile 2019

Decreto Crescita: novità sugli incentivi alle PMI

Una buona notizia per le micro, piccole e medie imprese arriva dal decreto crescita...

22 Marzo 2019

As Lease Could Be: una finestra sul leasing di domani

L’innovazione parte ora, così potrebbe riassumersi il messaggio di Lease 2019. Banca IFIS Impresa...