14 Febbraio 2018

Come depositare la firma digitale: gli step da seguire

Una firma digitale è uno strumento utilizzato per certificare la validità e l’autenticità di un documento informatico trasmesso tramite canali telematici.
La firma digitale ha quindi lo stesso valore di una firma tradizionale, con la sola differenza che ad attestarne la veridicità è un codice PIN e non la grafia.

Dove e come richiedere la propria firma digitale

Le aziende, i cittadini e le Pubbliche Amministrazioni che desiderano ricevere la propria firma digitale, potranno ottenerla presso i Certificatori autorizzati dal Governo, la cui lista è pubblicata sul sito istituzionale Digitpa.gov.
Riconosciuta l’identità del richiedente, il certificatore rilascerà un PIN identificativo e pubblicherà un certificato che permetta a chi ne abbia la necessità di attestare l’identità dell’utilizzatore della firma.
Per entrare in possesso di una firma digitale, è necessario acquistare preventivamente un kit per la generazione della firma contenente:

  • Smart card o token USB
  • Lettore di smart card
  • Software firma digitale

La durata del kit è solitamente molto lunga e anche il certificato rilasciato potrà essere rinnovato alla scadenza.
Al momento della certificazione, inoltre, sarà possibile associare alla firma una marca temporale, vale a dire una specie di etichetta che attesti che al momento della sottoscrizione di un determinato documento, la firma digitale era già stata creata.

In quali casi è possibile utilizzarla?

La firma digitale può essere utilizzata in numerosi casi, sia quando si ha a che fare con la Pubblica Amministrazione, sia tra privati, per la sottoscrizione di contratti, ordini d’acquisto e altro ancora.
La procedura di firma è molto semplice: inserendo la smart card nel lettore, l’applicazione di firma richiederà il codice PIN di sicurezza, permettendo poi di scegliere quale documento di intende firmare tra quelli disponibili e generando infine la firma. (AGENZIA PER L’ITALIA DIGITALE – Firme elettroniche)
La firma digitale è quindi uno strumento utile alle imprese, alle Pubbliche Amministrazioni e ai privati cittadini, parte del processo di digitalizzazione continua che coinvolge ormai la quotidianità di ognuno.

News in evidenza

3 Agosto 2018

Banca IFIS, utile a 66,2 milioni di euro nel primo semestre

“Nei primi mesi dell’anno abbiamo lavorato con grande dinamismo in ogni segmento, facendo crescere...

2 Agosto 2018

Banca IFIS Impresa sigla un accordo di collaborazione con Gambini S.p.A. per favorire l’accesso al credito grazie al factoring

Banca IFIS Impresa e Gambini S.p.A., impresa leader nel settore dei macchinari per la...

1 Agosto 2018

#WhatLeasingIS: Banca IFIS sigla importanti partnership con Tesla, Unipol Banca e Attiva

La business unit Leasing di Banca IFIS Impresa – la Banca specializzata nel finanziare...

11 Luglio 2018

Quotazione in borsa delle PMI: il credito d’imposta dimezza i costi

C’è un momento, nella vita delle PMI, in cui si valuta la possibilità...

27 Giugno 2018

Factoring pro solvendo e pro soluto: caratteristiche e vantaggi

Chi fa impresa lo sa bene: ottenere il pagamento delle fatture emesse è un...

24 Maggio 2018

Fatturazione elettronica: cos’è?

La fatturazione elettronica è un processo completamente digitale dall’emissione, alla trasmissione fino alla conservazione...

8 Maggio 2018

GDPR: le novità del Regolamento Europeo

Mancano ormai un paio di settimane al 25 maggio 2018, data in cui entrerà...

2 Maggio 2018

MACFRUT: vieni a trovarci allo stand 13, Padiglione B3

Macfrut è la vetrina internazionale del settore ortofrutticolo italiano. Dal 9 all’11 maggio, alla...