12 Ottobre 2018

New #TourPMI: «Missione Impresa» 150 giovani agenti speciali al servizio dell’innovazione

Centocinquanta giovani “agenti speciali” pronti ad andare oltre la didattica appresa sui banchi di scuola con un’unica missione: mettersi in gioco entrando nel cuore dell’Italia che produce. É un progetto stimolante, energetico e pure sorprendente New #TourPMI: format di ricerca e analisi sull’impresa nato per creare una proficua osmosi tra il mondo delle Università e le Piccole medie imprese del made in Italy.

L’iniziativa è stata messa in campo da Banca IFIS che ha saputo creare il link tra 22 aziende clienti operanti in diverse filiere produttive in ogni angolo d’Italia e 150 studenti, tra i 21 e i 26 anni, iscritti all’Università Ca’ Foscari (Dipartimento di Management, corso di International Management) e all’Università di Padova (Dipartimento di Filosofia, Sociologia, Pedagogia e Psicologia Applicata, corso di laurea Triennale di Comunicazione). Il format New #TourPmi, partito questa primavera, aveva già coinvolto 180 studenti e una ventina di aziende. Con questo ulteriore step del progetto, i ragazzi coinvolti diventano 330 per un totale di 42 imprese clienti.

New #TourPmi è, prima di tutto, un viaggio alla scoperta del made in Italy: dell’Italia che produce e che ha bisogno di essere narrata e accompagnata nel confronto con l’innovazione digitale. I ragazzi entreranno operativamente nelle aziende selezionate a partire da lunedì 15 ottobre. Gli studenti del corso di International Management si cimenteranno nella predisposizione di innovativi business model con focus su internazionalizzazione, management e organizzazione; gli iscritti al corso in Comunicazione elaboreranno nuove strategie digitali e di storytelling aziendale.

“New #TourPmi è una grande occasione di confronto e anche una sfida personale per i partecipanti: da una parte, le aziende sono chiamate a raccontarsi ed esporsi alle domande e alle provocazioni intellettuali di chi per la prima volta affronta la realtà dell’impresa, comprendendo anche come misurarsi con l’energia e la freschezza potenzialmente disruptive delle nuove levespiega Alberto Staccione, Direttore Generale di Banca IFIS -. Dall’altra parte, i giovani non solo hanno l’opportunità di dare forma e concretezza a quanto appreso nelle aule universitarie ma di confrontarsi con la realtà del lavoro, la gestione delle relazioni in una prospettiva nuova, il valore dell’esperienza e la necessità di sintesi tra visione e progetto. Un percorso non sempre facile né immediato ma che può portare a soluzioni inedite e originali”.

“Il progetto con Banca IFIS è un’occasione importante per i nostri studenti per mettere in pratica quanto appreso in aula attraverso un confronto con imprenditori e manageraggiunge Renato Stella, presidente del Corso di Laurea in Comunicazione, Università di Padova -. La possibilità di partecipare a progetti di interesse reale per le imprese ha il merito di stimolare la creatività dei ragazzi e la loro capacità di affrontare problemi complessi.  Questa originale modalità di incontro tra studenti, docenti e mondo dell’impresa è oggi una priorità per il Corso di Laurea in Comunicazione e costituisce parte integrante del modello di organizzazione delle attività didattiche”.

“Abbiamo dato vita a una partnership vera e stiamo costruendo insieme percorsi didattici innovativi e sperimentali: i giovani, con il loro ingresso in azienda, si mettono in gioco con un esercizio intelligente e dinamico, in un confronto costruttivo con le imprese che aderiscono al progetto – chiosa Stefano Micelli, docente di Economia e gestione delle imprese al Dipartimento di Management di Ca’ Foscari e supervisore del progetto –. Il percorso si inserisce nel più ampio progetto di didattica innovativa del Dipartimento che chiamiamo “Experior”, dove docenti, studenti e imprese lavorano insieme per affrontare problemi reali, costruendo un processo di problem solving individuale e di gruppo secondo metodologie innovative. Una sperimentazione che genera risultati inaspettati per tutti i protagonisti”.

Il team – Gli studenti saranno seguiti dalla professoressa Silvia Rita Sedita dell’Università di Padova e dal professor Stefano Micelli dell’Università Ca’ Foscari di Venezia. Al loro fianco due coach: Stefano Schiavo, specialista in marketing e organizzazione aziendale e Luca De Pietro, docente al centro TeDIS della Venice International University e una specialista di Banca IFIS (Rachele Azzalin, Factoring Specialist di Banca IFIS Impresa) in supporto ai coach nei temi relativi ai business plan ed al credito alle imprese. Il progetto è coordinato da Eva Vazzoler, responsabile web content di Banca IFIS.

News in evidenza

17 Luglio 2019

Noleggio e tecnologia: quali opportunità per una PMI?

Perché acquistare un bene quando puoi utilizzarlo per un periodo funzionale alle esigenze della...

27 Giugno 2019

La valutazione del credito come partner delle PMI

Un’impresa che si rivolge ad un istituto per un finanziamento teme sempre il giudizio...

12 Giugno 2019

L’ecosostenibilità e il vantaggio del first mover

Alcune settimane fa un imprenditore italiano dell’Agroalimentare mi ha detto che “nel momento stesso...

12 Giugno 2019

Credito alle Imprese: accordo tra Banca IFIS e BEI, 100 milioni di euro a sostegno della crescita delle PMI

L’intesa prevede contratti di finanziamento a tassi vantaggiosi per tutte le aziende fino a...

7 Giugno 2019

9 Incentivi per la tua PMI: l’ebook di Banca IFIS Impresa

La Legge di Bilancio 2019 aveva già introdotto diverse agevolazioni dedicate alle imprese, successivamente...

14 Maggio 2019

Banca IFIS Impresa: eco friendly grazie al leasing green

Se il futuro chiama Banca IFIS Impresa risponde, ma il domani si costruisce solo...

9 Aprile 2019

Decreto Crescita: novità sugli incentivi alle PMI

Una buona notizia per le micro, piccole e medie imprese arriva dal decreto crescita...

22 Marzo 2019

As Lease Could Be: una finestra sul leasing di domani

L’innovazione parte ora, così potrebbe riassumersi il messaggio di Lease 2019. Banca IFIS Impresa...