14 Febbraio 2017

IL PIANO NAZIONALE INDUSTRIA 4.0 DELINEA GLI INCENTIVI PER PROFESSIONISTI E IMPRESE

Il Ministero per lo Sviluppo Economico ha pubblicato, tramite una guida di riferimento, gli strumenti attuativi per delineare ciò che l’industria 4.0 dovrà aspettarsi dal 2017 in termini di investimento e innovazione.
Il primo campo toccato dalla guida riguarda il credito d’imposta, il cui ammontare subirà delle variazioni a vantaggio delle imprese: la percentuale relativa a tale indicatore, subirà un aumento dal 25% al 50% per la ricerca. Allo stesso tempo, da un massimo di 5 milioni dell’anno precedente, sarà possibile ottenere un’importo limite per un ammontare complessivo di 20 milioni sugli investimenti. Nel caso in cui il contribuente effettui un investimento di 3 milioni, ad esempio, si vedrà remunerato dal credito d’imposta per un ammontare pari a 1,5 milioni totali. Sempre la ricerca, verrà inoltre effettuata per mezzo di start-up (e non più dalle singole unità) tramite le quali le imprese riceveranno un incentivo pari al 30% dell’investimento, a fronte del 19% dell’anno precedente.
Altro campo interessato da modifiche riguarda il fondo di garanzia. Quest’ultimo, infatti, vedrà come soggetto attivo le imprese con difficoltà di accesso al credito bancario per la mancanza di garanzie a proprio favore.
Tramite esso, il richiedente potrà presentare presso un ente bancario o, più in generale, un intermediario finanziario una richiesta di finanziamento con l’opzione della garanzia pubblica come assistenza. Dall’altro lato, se l’ente bancario o il soggetto finanziatore riscontrerà inadempienze da parte dell’impresa a cui è stato concesso, avrà diritto di rivalsa rivolgendosi al fondo di garanzia per l’ottenimento della somma.
Lo stesso sito del Ministero per lo Sviluppo Economico, tramite la pubblicazione della guida all’industria 4.0, introduce le novità portate dalla cosiddetta “quarta rivoluzione industriale” ponendo enfasi verso ciò che sarà il futuro dei settori industriali nazionali coinvolti. I soggetti operanti in tale campo, saranno testimoni di una rivoluzione riguardante i processi tramite le tecnologie di digitalizzazione e computazionali, sfruttando le medesime tecnologie ICT affiancate al desiderio di valorizzare il lavoro umano nelle fabbriche.
L’intervento tramite azioni orizzontali, la garanzia di operare in situazione di neutralità tecnologica e l’azione diretta su fattori abilitanti garantiranno, in un piano triennale 2017-2020, un supporto ai settori interessati con il sostegno, tramite infrastrutture, investimenti, competenze e un sistema di governance mettendo a conoscenza dei soggetti le potenzialità delle nuove tecnologie.
“Tale cambiamento porterà innovazione e coinvolgerà l’imprese nel processo di evoluzione dell’industria 4.0”, afferma Carlo Calenda, Ministro dello Sviluppo Economico. “Sarà inoltre un’opportunità per i soggetti economici coinvolti per la valorizzazione della produttività dei lavoratori e lo sviluppo di nuovi prodotti”, conclude il ministro.

News in evidenza

8 Novembre 2018

Banca IFIS: margini e clienti in crescita nei primi 9 mesi del 2018

«In questi nove mesi Banca IFIS ha continuato a crescere e ad assicurare supporto...

23 Ottobre 2018

Rubrica: Il punto di vista della Banca

Banca IFIS Impresa ha pensato di dedicare una piccola raccolta di consigli a tutti...

12 Ottobre 2018

New #TourPMI: «Missione Impresa» 150 giovani agenti speciali al servizio dell’innovazione

Centocinquanta giovani “agenti speciali” pronti ad andare oltre la didattica appresa sui banchi di...

3 Ottobre 2018

#WhatLeasingIS: Banca IFIS Impresa e Jungheinrich Italiana “alleate” a sostegno dell’innovazione delle imprese

Il Leasing può giocare oggi un ruolo determinante nel processo di rinnovamento tecnologico delle...

12 Settembre 2018

Leasing auto: quali sono i vantaggi per imprese e privati?

Vuoi acquistare una nuova vettura per te o la tua attività? Sia che tu...

3 Settembre 2018

Finanziamento alle imprese: sempre più aziende scelgono leasing e factoring

Con 338,1 miliardi di euro di nuovi flussi di finanziamento nel 2017, il credito...

3 Agosto 2018

Banca IFIS, utile a 66,2 milioni di euro nel primo semestre

“Nei primi mesi dell’anno abbiamo lavorato con grande dinamismo in ogni segmento, facendo crescere...

2 Agosto 2018

Banca IFIS Impresa sigla un accordo di collaborazione con Gambini S.p.A. per favorire l’accesso al credito grazie al factoring

Banca IFIS Impresa e Gambini S.p.A., impresa leader nel settore dei macchinari per la...