c

Glossario per le imprese

Cessione credito

La cessione del credito, normata dall’art. 1260 del Codice Civile, è l’accordo col quale un soggetto, detto cedente, trasferisce ad uno o più soggetti, detto cessionario, un credito che vanta nei confronti di un debitore (ceduto).

La cessione può avvenire sia a titolo oneroso sia a titolo gratuito, anche senza il consenso del debitore purché il trasferimento non sia vietato dalla legge o il credito non abbia natura strettamente personale. Vi è un ulteriore caso in cui un credito non può essere ceduto, ossia quando creditore e debitore fanno un patto di non cessione del credito e si riesce a provare che il cessionario ne era a conoscenza.

In caso di cessione del credito, il cessionario è tenuto a comunicare la cessione al debitore. Se tale comunicazione non perviene al ceduto, ed egli adempie al pagamento del suo debito nei confronti del cedente, è ritenuto libero dall’obbligazione, a patto che egli non fosse a conoscenza della cessione. Il cedente ha l’obbligo di garantire l’esistenza del credito al momento della cessione, ma non è tenuto a rispondere dell’eventuale successiva insolvenza del debitore, a meno che non dichiari espressamente di volersi assumere tale responsabilità.

Una forma di cessione del credito particolarmente diffusa tra le piccole e medie imprese è il factoring. Rispetto ad una cessione di un credito unico, in tale accordo l’impresa cede un intero blocco di credito ad una banca che si impegna da un lato a gestirli, e dall’altro a fornire una serie di servizi quali ad esempio la tenuta della contabilità. Esistono, infatti, delle precise normative che regolano l’iscrizione a bilancio dei crediti ceduti (la violazione delle quali configura il reato di falso in bilancio): possono essere depennati solamente i crediti ceduti con la formula pro soluto ossia con il trasferimento effettivo del rischio di insolvenza dei debitori. Se la cessione invece utilizza la formula pro solvendo, i crediti oggetto di cessione devono permanere in contabilità.

News in evidenza

19 Febbraio 2018

Agevolazioni per le imprese: a Venezia tutte le novità a supporto degli investimenti

Quali sono le agevolazioni per le imprese che intendono investire nel 2018?

È questo il...

15 Febbraio 2018

Assilea e Banca Ifis Impresa presentano i benefici delle agevolazioni 2018 per le PMI

Le agevolazioni fiscali, come strumento utile alle PMI che vogliono investire nella crescita, al...

14 Febbraio 2018

Come depositare la firma digitale: gli step da seguire

Una firma digitale è uno strumento utilizzato per certificare la validità e l’autenticità di...

8 Febbraio 2018

GRUPPO BANCA IFIS: UTILE A 180,8 MILIONI DI EURO, COEFFICIENTI PATRIMONIALI MOLTO SOLIDI (CET1 AL 15,64%1). PREVISIONE DI DIVIDENDO ANCORA IN CRESCITA, 1 EURO/AZIONE.

Si è riunito oggi, 8 febbraio 2018, il Consiglio di Amministrazione di Banca IFIS,...

6 Febbraio 2018

Trend imprenditori 2018: 5 sfide per le PMI

La vita dell’imprenditore è costellata di sfide continue e quotidiane da affrontare per far...

25 Gennaio 2018

Credito Agricolo, il nuovo punto di riferimento per le Filiere Agricole

Per sostenere le imprese che lavorano nel settore agricolo, Banca IFIS Impresa, sempre a...

23 Gennaio 2018

Banca IFIS Impresa a Fieragricola 2018

Da mercoledì 31 gennaio a sabato 3 febbraio, Banca IFIS Impresa sarà presente a...

23 Gennaio 2018

Legge di Bilancio 2018: confermate misure finanziarie a sostegno delle PMI

Il 2018 è iniziato sottolineando le forti attese legate agli strumenti finanziari a sostegno...